COOAP – Porto Cesareo

Porto Cesareo Film Festival

3-4-5 settembre 2021

COOAP – Porto Cesareo

Porto Cesareo Film Festival

3-4-5 settembre 2021

COOAP

Coordinamento Ambientalisti pro Porto Cesareo

L’Organizzazione di Volontariato “Coordinamento Ambientalisti pro Porto Cesareo” – di seguito COOAPnasce come incontro di più persone già attive da anni nell’ambito delle attività di associazioni ambientaliste nazionali quali Legambiente ed Italia Nostra e altre associazioni locali.

Nel corso degli anni, Il COOAP ha realizzato le seguenti attività:

Dal 2006 ad oggi, nei periodi di bassa stagione (primavera/autunno), nell’ambito delle attività del CEA comunale, promuove la didattica attiva a sostegno delle scuole di ogni ordine e grado attraverso la fruizione delle aree protette ed i beni culturali presenti su tutto il territorio salentino, avvalendosi di personale altamente qualificato. Il progetto “Scuolambiente” è nato per offrire dei percorsi didattici formativi complementari ed organici ai programmi scolastici. L’obbiettivo è quello di creare un coinvolgimento diretto dei partecipanti, interagendo concretamente con l’ambiente, in modo da focalizzare l’attenzione su argomenti ritenuti strategici ed accrescere la sensibilità nei confronti dell’ambiente cercando di ottenere nel contempo circolarità tra scuola, istituzioni e territorio. L’attività di formazione e sensibilizzazione ambientale avviene attraverso lezioni frontali, visite guidate e mediante l’ausilio di strumenti audio-visivi, multimediali ed esperienze laboratoriali.

Dal 2006 ad oggi, in collaborazione con il circolo di Legambiente Porto Cesareo e la sezione di Italia Nostra Salento Ovest, con la partecipazione dell’Istituto Comprensivo Statale “Porto Cesareo”, le associazioni di volontariato NDRONICO, il Gruppo SCOUT Agesci Porto Cesareo, le Guardie Ambientali di Copertino e altre organizzazioni, organizza la campagna ecologica denominata “Puliamo il Mondo”. Si tratta della più grande iniziativa mondiale di volontariato per la difesa dell’ambiente, che ogni anno vede milioni di persone impegnate a ripulire strade, parchi, giardini pubblici, aree degradate. A Porto Cesareo infatti, la manifestazione nel corso degli anni ha, di volta in volta, interessato le dune costiere della Riserva Regionale, le aree prospicienti le torri di avvistamento Torre Chianca e Torre Lapillo e nel 2017 è stata effettuata una parziale bonifica del percorso naturalistico che interessa le “spunnulate” (doline) di Torre Castiglione e le stesse cavità carsiche con interventi mirati a cura di speleologi.

Dal 2006 ad oggi, il COOAP realizza “Spiagge e Fondali Puliti”. Si tratta di una campagna ecologica internazionale che si realizza l’ultimo week end di maggio. Sul territorio di Porto Cesareo le attività si svolgono all’interno dell’Area Marina Protetta e della Riserva Regionale, per ripulire dai rifiuti tratti di litorale e di fondali marini in collaborazione con le scolaresche, associazioni, gruppi organizzati e diving centers.

Ogni anno, fin dal 2007, al fine di promuovere e divulgare le scienze astronomiche, nel periodo estivo e invernale, organizza seminari di astronomia e osservazioni astronomiche attraverso potenti telescopi in collaborazione con l’associazione “CRA Isaac Newton” di Lecce e altre associazioni salentine.

Dal 2012 al 2014, è stato il soggetto gestore dei programmi Città Aperte, Open Days e Discovering Puglia promossi dall’agenzia regionale del turismo “Puglia Promozione”, consistenti nella promozione e valorizzazione di aree di pregio della Riserva Regionale e il Museo di Biologia Marina “P. Parenzan”, attraverso visite guidate e degustazioni dei prodotti tipici d’Arneo, che hanno avuto un grande riscontro di pubblico proveniente da diverse città della Puglia.

Dal 2014 organizza laboratori del gusto con Slow Food e i ristoratori locali per la valorizzazione della triglia di scoglio di Porto Cesareo, azione specifica della riserva regionale nell’ambito della Carta Europea del Turismo Sostenibile (CETS), nonché del pesce a miglio zero, quest’ultimo nell’ambito del progetto finanziato da Fondazione con il Sud per conto di SlowFood Puglia e coordinato dall’Area Marina Protetta “Porto Cesareo”. Tale evento è stato segnalato dall’importante rivista turistica internazionale “Lonely Planet” nel 2015.

Durante la stagione estiva il COOAP organizza numerosi eventi e attività culturali, quali: rassegne teatrali, presentazione di libri, spettacoli per i bambini con i burattini e il teatro delle ombre cinesi, musical, concerti di nicchia e spettacoli musicali di grande richiamo. A tal riguardo si citano due grandi concerti realizzati con la rinomata band di musica tradizionale salentina, il “Canzoniere Grecanico Salentino”, che ha attirato migliaia di spettatori presso il Centro Visite di Torre Lapillo.

Nel periodo 2013-2016, è stato soggetto capofila proponente e beneficiario di un importante finanziamento a valere sul bando Ambiente 2013, erogato da Fondazione con il Sud, e relativo alla realizzazione del progetto denominato PETALU’. A tal riguardo si sono attuate numerose iniziative di sensibilizzazione per l’abbattimento del conferimento in discarica di due tipologie di rifiuto: il PET (derivante da bottiglie di acqua e bibite) e l’ALU – alluminio (derivante da lattine e contenitori di latta. Obiettivo del progetto è stato quello di sensibilizzare bambini e giovani all’abbattimento del rifiuto da conferire in discarica, rifiuto che ha un valore e può essere riciclato e ri-immesso nel ciclo produttivo, evitando sprechi di risorse (materie prime, energie) e inquinamento da lavorazione e trasporti.

Nell’ambito del programma per le attività culturali per il triennio 2013-2015 del Dipartimento del Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio – Sezione Spettacolo e Cultura – della Regione Puglia, giusta D.G.R. 1862/2012, il COOAP è stato destinatario per ben due volte di un cofinanziamento per l’attuazione del progetto denominato “L’Uomo e il Mare”, che comprendeva le diverse attività, quali: mostre permanenti sugli antichi mestieri del mare e delle conchiglie, workshop sulla riserva regionale, conferenze e seminari dal titolo “Mare Nostrum – Culla di Civiltà”.

In data 18.04.2014, con determinazione nr. 328 del settore V del Comune di Porto Cesareo, è stata sottoscritta una convenzione con il COOAP per la gestione della torre costiera di Torre Lapillo e diversi beni strumentali per l’organizzazione di eventi e attività culturali, quali: visite guidate nella riserva regionale e nell’Area Marina Protetta “Porto Cesareo”, convegni, seminari, mostre ecc..

La Regione Puglia, da qualche anno ha predisposto l’intervento di potenziamento del sistema turistico regionale con l’istituzione dei S.A.C. (Sistemi Ambientali e Culturali), ossia interventi che prevedono l’organizzazione e la promozione in rete delle risorse ambientali e culturali, attraverso il coinvolgimento di molteplici iniziative pubbliche e private localizzate in aree omogenee a vocazione prettamente turistico-ambientale. Porto Cesareo, al riguardo, rientra nel S.A.C. “Arneo Costa dei Ginepri” già avviato e con grandi risultati raggiunti in poco tempo; Il Coordinamento gestisce, pertanto, il bene attrattore del S.A.C. ricadente nel territorio di Porto Cesareo: la torre costiera di Torre Lapillo, dove tutto l’anno si organizzano attività ed eventi di animazione culturale ed ambientale. Un vero e proprio nodo attrattore che ospita oltre 12.000 turisti, a cui, con supporti multimediali, laboratori didattici, visite guidate, workshop, ecc., vengono divulgate tutte le informazioni sulle peculiarità ambientali, culturali e archeologiche del territorio cesarino.

Con Determinazione del responsabile dell’unione dei Comuni “UNION 3”, n. 15 del 05.02.2014, il COOAP veniva incaricato, nelle more del bando pubblico, alla gestione del Laboratorio Urbano Giovanile di Porto Cesareo – Isola che … c’è -, fino al 31.12.2014, strutturato all’interno del pian terreno della torre costiera di Torre Lapillo. In tale periodo, come da rendicontazione debitamente presentata, si sono svolte tutta una serie di attività in linea con le finalità specifiche di Porto Cesareo, quali: laboratorio sull’intreccio delle fibre vegetali per la valorizzazione e la scoperta degli antichi mestieri di Arneo; il teatro dei burattini e laboratori creativi tesi alla sensibilizzazione sul tema della raccolta differenziata, del riciclo dei rifiuti, ed in generale del rispetto della natura; laboratori e mostre d’arte realizzate con oggetti abbandonati, nonché laboratori di malacologia.

Dal 2014 ad oggi, in collaborazione con l’associazione culturale MacchiaSalva, attua laboratori sull’intreccio delle fibre vegetali per la riscoperta degli antichi mestieri rivisitati in chiave moderna, realizzando manufatti e complementi di arredo.

Nel periodo estivo, fin dal 2015, nell’ambito del Cinefestival Clorofilla di “Legambiente”, all’interno del piazzale antistante il centro visite di Torre Lapillo, si proiettano documentari naturalistici e film di sensibilizzazione ambientale e culturale, con momenti di riflessione a cura di professionisti nel campo della divulgazione ambientale e culturale;

Nel 2015 e 2016 in collaborazione con l’UniSalento e il campione del mondo di fotografia subacquea, prof. Giuseppe Piccioli Resta, ha realizzato alcune mostre fotografiche e seminari sulla biodiversità degli habitat dell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo e degli oceani;

Dal 2017 collabora fattivamente con il Comune di Porto Cesareo, nella gestione di due importanti servizi:

• torre costiera di Santo Stefano (Torre Chianca) e dell’annessa mostra archeologica, realizzata dal COOAP, Comune di Porto Cesareo, Università del Salento (Dipartimento Beni Culturali), Polo Biblio-Museale di Puglia e Soprintendenza di Taranto;

• attuazione progetto “Verso una biblioteca di Comunità”, a valere sull’Avviso Pubblico “SMART-IN PUGLIA Community Library, Biblioteca di Comunità: essenza di territorio, innovazione, comprensione nel segno del libro e della conoscenza” POR FESR PUGLIA 2014-2020 Asse VI – Azione 6.7. Il COOAP ha realizzato (e realizzerà fino al 2024), in sinergia con l’Amministrazione Comunale, eventi di promozione della lettura e della cultura in genere, nelle torri costiere di Torre Lapillo e Torre Chianca, nonchè gestisce il servizio itinerante dell’ApeCultura, che prevede la promozione della lettura anche nelle periferie e nelle località distanti dalla biblioteca comunale;

Dal 2017 collabora con il Consorzio di Gestione dell’Area Marina Protetta “Porto Cesareo” e il Museo di Biologia Marina “P. Parenzan” dell’Università del Salento, per la realizzazione di un programma di divulgazione scientifica, denominato “Prof. alla Torre!” Si tratta di esperienze pratiche di biologia marina attraverso veri e propri laboratori con osservazioni dal vivo, al microscopio e con l’ausilio di filmati e immagini per conoscere aspetti particolari degli abitanti del mare. Tali laboratori esperienziali si dimostrano di grande utilità per la divulgazione scientifica e riscontrano un enorme successo di pubblico e di consenso.

Dal 2017 ad oggi collabora con ItaliaNostra Onlus e ItaliaNostra “Salento Ovest”, nel periodo di bassa stagione (da febbraio ad aprile) nella realizzazione e attuazione di due progetti formativi, rispettivamente denominati, “Le Pietre e i Cittadini: il Paesaggio dell’Arco Jonico-Salentino”; “Le Pietre e i Cittadini: Castelli e torri di avvistamento nel Salento”. Trattasi di corsi di formazione per docenti accreditati presso il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Rappresentano a pieno titolo percorsi formativi, di importanza nazionale, finalizzati a sollecitare e sensibilizzare i docenti e di riflesso i propri alunni, ad interessarsi dei problemi relativi ai beni culturali e del paesaggio. Ogni corso ha la durata di 40 ore ed è tenuto da professionisti di chiara fama, da docenti universitari, da dirigenti scolastici e da soci del COOAP.

Dal 2017 ad oggi, nel periodo primaverile, considerato che la costa di Porto Cesareo e, in particolare, il tratto di mare antistante Torre Chianca, è meta di numerosi appassionati di sport eco compatibili, come il surf, il windsurf, il kite surf e il sup, collabora fattivamente con l’associazione “Salento Bats” per la diffusione degli sport ecocompatibili e per la realizzazione di contest e mostre fotografici. Il fine è stato quello di promuovere tali discipline eco-compatibili a discapito di quelle impattanti su ambienti di pregio e fragili come quelli dell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo.

Dal 2007, grazie alla consolidata collaborazione con l’Università del Salento, organizza workshop sugli aspetti ambientali e culturali della Riserva Regionale “Palude del Conte e Duna Costiera di Porto Cesareo”.

Fin dal 2014 è un organismo di formazione nell’ambito dell’attuazione dei tirocini formativi curriculari ed extra-curriculari, attivati dall’Università del Salento sulla base di apposita convenzione.

Il Coordinamento è organismo di formazione nell’ambito del Piano Europeo per la Lotta alla Disoccupazione Giovanile: “Garanzia Giovani” (Youth Guarantee). A tal riguardo, d’intesa con la Regione Puglia, dal 2016, l’associazione attua singoli tirocini di formazione e orientamento lavorativo in favore di giovani con età 15/29 anni.

Sin dalla sua costituzione, collabora e sostiene attivamente, la realizzazione di Campi nazionali di Volontariato con il locale circolo di Legambiente, a cui partecipano numerosi volontari provenienti da diverse località d’Italia. I Campi hanno il fine di tutelare e salvaguardare le risorse ambientali attraverso mirate azioni di informazione e sensibilizzazione allo scopo di coinvolgere la collettività sul valore e l’importanza di un corretto e rispettoso godimento di tale patrimonio. In particolare, l’obbiettivo primario dei Campi, d’intesa con l’Ufficio del Parco del Comune di Porto Cesareo, è quello di ridurre l’impatto antropico su aree significative della Riserva Regionale “Palude del Conte e Duna Costiera-Porto Cesareo”, come l’Isola Grande (o dei Conigli), la penisola “La Strea”, il Bosco D’Arneo e Punta Prosciutto. Tutto ciò mediante lo studio delle valenze specifiche del sito, la produzione di infrastrutture leggere, elaborati grafici e documentali e la pulizia di aree degradate.

Dall’anno 2016, durante l’estate, giusta convenzione, organizza e realizza per conto dell’Area Marina Protetta “Porto Cesareo”, la campagna denominata Ombrellone Blu, riguardante la sensibilizzazione dei fruitori del bene spiaggia. Nella fattispecie, attraverso esperienze laboratoriali presso ed in collaborazione con gli stabilimenti balneari insistenti nella riserva marina, si trattano i temi della erosione costiera e della “marine litter”. Entrambi fenomeni molto attuali e di difficile risoluzione senza un’adeguata condivisione con la cittadinanza.

Durante il periodo natalizio, da diversi anni, d’intesa e con il sostegno del Comune di Porto Cesareo, organizza un programma di manifestazioni denominato EcoNatale. Dal 2017 ha coordinato la partecipazione attiva a tale programmazione denominata ECONATALE – “Porto Cesareo OpenDay”, della Stazione di Biologia Marina “P. Parenzan”, dell’Area Marina Protetta “Porto Cesareo” e della Biblioteca Comunale “A. Rizzello”. Con tale programmazione si è convenuto di mettere in rete i beni culturali e ambientali del territorio, in modo da offrire un servizio di intrattenimento integrato e di qualità, in linea con la mission dell’Open Days ideato dalla Regione Puglia. Infatti, si sono realizzate le visite guidate gratuite presso le torri costiere di Torre Lapillo e Torre Chianca, con degustazione dei prodotti tipici salentini. Visite guidate gratuite presso il Museo di Biologia Marina “P. Parenzan” a cura dell’UniSalento. Spettacoli gratuiti con i burattini presso l’istituto comprensivo Statale “Porto Cesareo”. Laboratori gratuiti di malacologia presso il Centro Visite di Torre Lapillo e presso il Centro Primo Soccorso Tartarughe Marine di Torre Chianca. Inoltre, si è attuato il programma di promozione del parco naturale a Spasso nella Riserva: visite guidate gratuite lungo i percorsi della riserva regionale. Esposizione dei presepi eco-compatibili, realizzati con materiale di riciclo a cura degli alunni del locale istituto scolastico comprensivo, con cerimonia di premiazione finale. Tale manifestazione è stata realizzata anche dal Comune di Corigliano d’Otranto (LE) a cui è stata prestata collaborazione.

Nel 2020, in collaborazione con le associazioni Italia Nostra Salento Ovest e Legambiente Porto Cesareo, si è aggiudicato il bando “GIOVANI PER IL SOCIALE 2018”, con il progetto “(A)MARE i GIOVANI“, approvato e cofinanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le

politiche giovanili ed il servizio civile universale, come da decreti nn. 425/2020 e 529/2020. Il progetto si prefigge lo scopo di sensibilizzare le nuove generazioni al rispetto dell’ambiente, attraverso anche la formazione di 23 under 35, nel campo ambientale e culturale, al fine di generare nuove figure professionali, in settori strategici per il territorio di Porto Cesareo, caratterizzato da ben due aree protette, siti (anche sommersi) di interesse archeologico e attrattori culturali.

DA CHI È COMPOSTO

La struttura organizzativa del COOAP è composta mediamente da 20 soci volontari dalla sua costituzione e da circa 2 tirocinanti dell’Università del Salento, supportata da studi di consulenza specialistici del III settore. Nel corso degli anni, si è potenziata di figure professionali in possesso di mirate competenze come: esperti nel campo ambientale, dei beni culturali ed archeologici, esperti in comunicazione, in formazione ed esperti in organizzazione di eventi e collabora attivamente con enti pubblici e privati : il Comune di Porto Cesareo quale ente gestore della Riserva Naturale Orientata Regionale “Palude del Conte e Duna Costiera – Porto Cesareo”, l’Università del Salento, l’Istituto Comprensivo Scolastico Statale di Porto Cesareo, il Consorzio di Gestione Area Marina Protetta “Porto Cesareo”, il Museo di Biologia Marina P. Parenzan, il Comune di Nardò, capofila del SAC “Arneo Costa dei Ginepri”, l’Istituto “V. Bachelet” T. C. di Copertino (LE), l’Istituto Tecnico Grazia Deledda di Lecce, Legambiente Porto Cesareo, Associazione Culturale “Liber”, ItaliaNostra, Salento Bats, VisitMessapia, Gruppo Scout Agesci Porto Cesareo, Cooperativa “Iris”, soc. coop. “Sistema Museo”. Il COOAP, ai sensi della normativa del III settore, oltre ai propri soci organizza le proprie risorse umane, per la ottimale realizzazione di manifestazioni ed eventi suddetti, facendo ricorso da anni ai tirocini formativi attivati giusta convenzione con l’Università Salento, con il Comune di Porto Cesareo, con la Regione Puglia nell’ambito del Piano Europeo per la Lotta alla Disoccupazione Giovanile: “Garanzia Giovani” ed anche con contratti di collaborazione occasionale e professionale con esperti del settore.

FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO DEI VOLONTARI

Il Coordinamento organizza ogni anno seminari formativi e workshop per i propri soci aderenti con la consulenza tecnico scientifica dei vari dipartimenti dell’UniSalento accreditati da diversi Ordini Professionali.

È organismo di formazione nell’ambito del Piano Europeo per la Lotta alla Disoccupazione Giovanile: “Garanzia Giovani” (Youth Guarantee). A tal riguardo, d’intesa con la Regione Puglia, dal 2016, il Coordinamento attua singoli tirocini di formazione e orientamento lavorativo in favore di giovani e di propri associati con età 15/29 anni.

Nel 2017 il COOAP, alla luce dell’allestimento del pian terreno di Torre Chianca quale Centro di Esperienza Ambientale e Centro di Primo Soccorso Tartarughe Marine, ha finanziato un corso di formazione in favore di due associati, organizzato dal Dipartimento Medicina Veterinaria dell’Università di Bari “Aldo Moro”, dal titolo “Attuali procedure nella cura e riabilitazione delle tartarughe marine”. Il corso frequentato con esito favorevole ha abilitato i partecipanti quali operatori di centri recupero tartarughe marine.

REALIZZAZIONE MATERIALE AUDIOVISIVO

Dalla sua costituzione l’associazione ha prodotto e realizzato oltre 50 servizi televisivi con emittenti pubbliche e private non solo per promuovere le bellezze ambientali ma anche per denunciarne i deturpamenti, inoltre nel 2011 ha interamente prodotto ed ideato il film documentario “Terra di Mare”, storia, tradizioni e cultura dei pescatori di Porto Cesareo, con lo scopo di non far perdere la memoria di un mestiere umile e antico come la pesca artigianale e, allo stesso tempo, avvicinar sempre più la comunità dei pescatori alla politica di conservazione a volte ritenuta troppo conflittuale con le attività economiche legate al mare.

In collaborazione con la Rai (Radio Televisione Italiana) ha realizzato n. 22 servizi giornalistici televisivi e n. 3 video documentari inerenti la promozione e la salvaguardia del territorio attraverso immagini che racchiudono le più suggestive eccellenze ambientali presenti nella Riserva “Palude del Conte e Duna Costiera” e nell’Area Marina Protetta “Porto Cesareo”. Significativa, altresì, è la realizzazione del video-documentario sulla Riserva Regionale Palude del Conte e Duna Costiera di Porto Cesareo, denominato VERDEAZZURRO, vero e proprio contenitore di informazioni audiovisive, incentrate sulla promozione, la conoscenza e la valorizzazione delle peculiarità floristiche e faunistiche della riserva terrestre di Porto Cesareo.

Porto Cesareo Film Festival

Il Porto Cesareo Film Festival è aperto a tutti senza limiti di età.

Le iscrizioni sono limitate a 1 opera per autore, società di produzione, scuola o regista indipendente.

Mostra il tuo talento partecipando al concorso!

Le iscrizioni sono aperte fino al 26 luglio 2021

ISCRIVITI AL CONCORSO