ANNA SEVIROLI

Porto Cesareo Film Festival

3-4-5 settembre 2021

ANNA SEVIROLI

Porto Cesareo Film Festival

3-4-5 settembre 2021

Anna Seviroli

Direttrice Artistica del Porto Cesareo Film Festival

Le esperienze che mi legano al cinema sono le più belle della mia vita. Per chi vive come me di cinema, i festival cinematografici sono un qualcosa di indescrivibile: arte, linguaggi diversi, culture che si incontrano, gente, tanta gente, viaggi impossibili per risparmiare almeno sul biglietto. Ricordo ancora quel viaggio col Flixbus verde, modestamente a due piani, che partiva da Roma fino ad arrivare nella lontana Cannes durante il quale supplicai l’autista di non farmi scendere a Genova in piena notte (comprai un biglietto che invece che tirare dritto per Nizza, prevedeva un cambio ed una nottata a Genova). Ho tremato.

Per non parlare del ritorno: bla bla car dell’ultimo secondo con una Renault Espace verde militare dell’anteguerra, con a bordo una fotografa di Repubblica ed una guida turistica francese che non ha mai smesso di parlare, nemmeno quando forammo. Appassionata di cinema a tutto tondo e di scrittura, dopo la laurea in Storia del Cinema ed Analisi del film presso la Facoltà di Lettere della Sapienza, ho vinto una borsa di studio che mi ha permesso di studiare e formarmi in una delle scuole cinematografiche più importanti dell’Argentina: la Escuela Nacional de Experimentation y Realizacion Cinematografica (Enerc) – Buenos Aires. Un percorso accademico completo nel processo di costruzione di un prodotto audiovisivo, con particolare riferimento alla costruzione di un soggetto cinematografico.

Le esperienze che mi legano al cinema sono le più belle della mia vita. Per chi vive come me di cinema, i festival cinematografici sono un qualcosa di indescrivibile: arte, linguaggi diversi, culture che si incontrano, gente, tanta gente, viaggi impossibili per risparmiare almeno sul biglietto. Ricordo ancora quel viaggio col Flixbus verde, modestamente a due piani, che partiva da Roma fino ad arrivare nella lontana Cannes durante il quale supplicai l’autista di non farmi scendere a Genova in piena notte (comprai un biglietto che invece che tirare dritto per Nizza, prevedeva un cambio ed una nottata a Genova). Ho tremato. Per non parlare del ritorno: bla bla car dell’ultimo secondo con una Renault Espace verde militare dell’anteguerra, con a bordo una fotografa di Repubblica ed una guida turistica francese che non ha mai smesso di parlare, nemmeno quando forammo. Appassionata di cinema a tutto tondo e di scrittura, dopo la laurea in Storia del Cinema ed Analisi del film presso la Facoltà di Lettere della Sapienza, ho vinto una borsa di studio che mi ha permesso di studiare e formarmi in una delle scuole cinematografiche più importanti dell’Argentina: la Escuela Nacional de Experimentation y Realizacion Cinematografica (Enerc) – Buenos Aires. Un percorso accademico completo nel processo di costruzione di un prodotto audiovisivo, con particolare riferimento alla costruzione di un soggetto cinematografico.

Tornata in Italia, ho avuto la fortuna di lavorare in Rai Cinema, una delle più importanti società di produzioni cinematografiche italiane, il cui valore, in ambito nazionale ed internazionale, è dovuto, soprattutto, alla professionalità e preparazione di chi ci lavora. La collaborazione continua tutt’ora e prevalentemente mi occupo di sceneggiature, valutazione di soggetti e progetti editoriali. Inoltre, sempre in Rai Cinema, ho supportato il reparto marketing nella comunicazione social e web, svolgendo attività di scouting news per l’aggiornamento costante e puntuale dei canali social e del sito. Ho svolto l’attività di scouting sia online che offline, partecipando ad eventi cinematografici (Mostra del Cinema di Venezia, Festa di Roma, David di Donatello), anteprime e conferenze stampa di film in uscita, con reperimento live di notizie.

Successivamente, nel 2018 sono stata destinataria di un’ulteriore borsa di studio, per il corso di specializzazione per sceneggiatori, presso l’Istituto Rossellini di Roma. Qui mi sono specializzata in tecniche di scrittura, acquisendo competenze professionali per “il passaggio dalla sceneggiatura al film”.

Durante la formazione e con l’esperienza sul campo, ho maturato una visione competente nel campo della comunicazione audiovisiva, dei linguaggi e delle tecnologie che la caratterizzano, conoscendo da vicino le varie fasi di progettazione di un prodotto audiovisivo, anche condizionate da tempi e risorse disponibili.

La cultura, il cinema e l’arte mi riempiono quotidianamente la vita: mi riempiono la vita ma non il portafoglio! 😊