Un festival legato al cine turismo: un mezzo di valorizzazione dei territori e del patrimonio artistico e ambientale, uno stimolo per i giovani e un’importante occasione per far emergere le risorse professionali attive sul territorio.

 

L’associazione “Coordinamento Ambientalisti pro Porto Cesareo” presenta la prima edizione del “Porto Cesareo Film Festival“, un concorso di cortometraggi, mini corti e documentari, ideato nell’ambito del progetto “(A)Mare i Giovani”, co-finanziato dal Piano Azione e Coesione – Avviso “Giovani per il Sociale ed. 2018″ .
Gli obiettivi e le finalità sono molteplici: promuovere e far conoscere il territorio e il patrimonio archeologico sommerso, sensibilizzare al rispetto della natura denunciandone i danni ambientali, valorizzare le tradizioni artistiche e paesaggistiche del Salento e dell’intera Puglia, usufruendo della maestria e delle capacità di giovani artisti i quali, attraverso le loro opere e la loro professionalità, offriranno un valore aggiunto al Festival, diretto, per l’appunto, dalla giovane dott.ssa Anna Seviroli.
Oltre al concorso vero e proprio sono previsti dei seminari e corsi di formazione professionale per i giovani del territorio, nell’ambito del settore audio-visivo. Tale azione si inserisce perfettamente nelle finalità progettuali di formazione delle giovani generazioni e promozione territoriale con particolare riferimento alle peculiarità ambientali e culturali dei luoghi.

Crediamo che il linguaggio dell’audio-visivo sia uno strumento eccezionale per la conoscenza, la promozione e la valorizzazione del territorio tutto.

L’associazione “Coordinamento Ambientalisti pro Porto Cesareo” presenta la prima edizione del “Porto Cesareo Film Festival“, un concorso di cortometraggi, mini corti e documentari, ideato nell’ambito del progetto “(A)Mare i Giovani”, co-finanziato dal Piano Azione e Coesione – Avviso “Giovani per il Sociale ed. 2018″.
Gli obiettivi e le finalità sono molteplici: promuovere e far conoscere il territorio e il patrimonio archeologico sommerso, sensibilizzare al rispetto della natura denunciandone i danni ambientali, valorizzare le tradizioni artistiche e paesaggistiche del Salento e dell’intera Puglia, usufruendo della maestria e delle capacità di giovani artisti i quali, attraverso le loro opere e la loro professionalità, offriranno un valore aggiunto al Festival, diretto, per l’appunto, dalla giovane dott.ssa Anna Seviroli.
Oltre al concorso vero e proprio sono previsti dei seminari e corsi di formazione professionale per i giovani del territorio, nell’ambito del settore audio-visivo. Tale azione si inserisce perfettamente nelle finalità progettuali di formazione delle giovani generazioni e promozione territoriale con particolare riferimento alle peculiarità ambientali e culturali dei luoghi.

Crediamo che il linguaggio dell’audio-visivo sia uno strumento eccezionale per la conoscenza, la promozione e la valorizzazione del territorio tutto.

Cultura del mare

Territorio

Cinema

Workshop e Seminari

… moltissimi eventi paralleli vi attenderanno

Rispettiamo la natura

Visita guidata della torre costiera Torre Chianca che racchiude il Centro Primo Soccorso Tartarughe Marine e la mostra archeologica dedicata al mare, “Rotte, Merci e Navi: il racconto continua”.

Tesori sommersi

Patrimonio archeologico sommerso e lancio del Parco Archeologico Subacqueo di Porto Cesareo.

Progetto (A)Mare i Giovani

Il “Porto Cesareo Film Festival” mira ad incrementare l’ occupazione giovanile anche nel settore audiovisivo attraverso la realizzazione di attività formative per la valorizzazione e la promozione del proprio territorio, coinvolgendoli nella gestione di beni pubblici e di aree naturali protette obiettivo principale e primario del progetto “(A)Mare i Giovani”, co-finanziato nell’ambito del Piano Azione e Coesione – Avviso “Giovani per il Sociale ed. 2018″.

Clorofilla Film Festival

Il “Porto Cesareo Film Festival” collabora in stretta sinergia con il “Clorofilla Film Festival”, importante festival nazionale di Legambiente di ecologia e solidarietà, il quale si svolge in estate in provincia di Grosseto e in altre località italiane.

GAL Terra d’Arneo: Il valore aggiunto

Il GAL Terra d’Arneo opera laboriosamente su un territorio che si estende dalla costa jonica fino all’entroterra della penisola salentina. Le attività legate al mare, ovvero pesca e turismo balneare, rappresentano una componente significativa del tessuto economico e produttivo pertanto il suo contributo è essenziale per lo sviluppo e la crescita del nostro territorio.

SCARICA PDF OPUSCOLO